Le FFS creano molto tempo prezioso nel viaggio verso Sud.

Con l’inaugurazione della galleria di base del monte Ceneri, il 4 settembre viene completata la nuova ferrovia transalpina (NEAT). Grazie a ciò, con enormi investimenti e la tecnologia all’avanguardia, il nostro cliente delle FFS riesce ad accorciare in modo significativo i tempi di viaggio verso sud. Il tempo è relativo e prezioso. Perciò molte persone cercano da sempre di guadagnare tempo anche nei viaggi. UMB integra i servizi dati per FFS, BLS e SOB. (Immagine: SBB)

  #Automation  

Nel 1882, dunque circa 30 anni prima che Albert Einstein cominciasse a sorprendere il mondo con la sua teoria della relatività, i primi convogli ferroviari attraversavano già il tunnel del San Gottardo lungo 15 chilometri, trainati da locomotive a vapore, che nei tratti ripidi in montagna riuscivano a malapena a raggiungere i 26 km/h, nei tratti pianeggianti circa i 60 km/h[1]. Se rapportato alla velocità di una diligenza, era già una velocità sorprendente. Se si confronta invece con i rapidi che oggi attraversano il San Gottardo sulla nuova linea, si dimostra un procedere molto lento.

 

Dieci volte più veloce verso Milano

Solo mezzo secolo prima, il viaggio verso sud veniva effettuato ancora con la diligenza attraverso le montagne, passando lungo erti e scoscesi pendii, attraverso ponti elevati per vie polverose e accidentate. I passeggeri erano un bel po’ scombussolati, quando dopo almeno 31 ore dalla partenza da Lucerna raggiungevano finalmente Milano. La posta pubblicizzava inoltre il fatto che questo viaggio era il “collegamento più rapido e comodo tra l’Italia e la Germania meridionale“. Oggi, nemmeno duecento anni dopo, questo viaggio dura dieci volte meno tempo. Il percorso del viaggio verso sud procede per 2.300 metri sotto il massiccio del San Gottardo, dove i treni sfrecciano a 200 km/h attraverso la nuova galleria di base lunga 57 chilometri (si possono raggiungere addirittura i 250 km/h), prima di percorrere poco dopo il Canton Ticino da nord a sud passando sotto il monte Ceneri.

 

Creating Time in treno – più di un milione di ore all’anno

Con l’inaugurazione della galleria di base del monte Ceneri lunga 15,4 chilometri, i tempi di viaggio tra Zurigo e Milano vengono accorciati passando dalle attuali tre ore e 40 minuti a tre ore scarse. Con la messa in funzione a pieno regime (al prossimo cambio dell’orario dei treni) della terza galleria più lunga della Svizzera, i tempi di viaggio tra Zurigo e Milano verranno ridotti a meno di due ore, e per la tratta da Lugano a Locarno si impiegheranno, invece di 55 minuti, nemmeno 30 minuti. La nuova ferrovia transalpina (NEAT), di cui fa anche parte la galleria di base Lötschberg, è stata ultimata con l’inaugurazione della galleria di base del monte Ceneri[2]; è costata 23 miliardi di franchi ed accorcia i tempi di percorrenza per il tratto da Zurigo a Milano, nel complesso, di oltre un‘ora. Le FFS prevedono che in futuro transiterà nell’asse nord-sud più di un milione di passeggeri all’anno[3]. La nuova galleria del monte Ceneri permette alle FFS di creare ogni anno per i viaggiatori diretti al sud più di un milione di ore di tempo!

 

Un sistema fonte di informazione per il traffico ferroviario

Le FFS hanno trasportato lo scorso anno ogni giorno più di 1,3 milioni di passeggeri. Durante la settimana hanno viaggiato giornalmente quasi 11.000 treni, di cui circa 2.000 erano convogli merci[4].  Per far sì che questo numero esorbitante di treni e passeggeri giunga sicuro a destinazione, c’è bisogno di un sistema di controllo digitale che metta a disposizione tutte le informazioni importanti. La piattaforma dati «Info-Hub PT[5]» è il sistema fonte di informazione del traffico ferroviario per tutte le indicazioni riguardanti i dati sugli orari, le tratte dei treni e i dati di formazione. Viene gestito in collettivo dalle FFS, BLS e SOB e messo a disposizione alle compagnie ferroviarie. Il sistema consiste di tre servizi dati integrati: il servizio orario fornisce dati di base e dati dell’orario di destinazione, il servizio dati sul viaggio in treno fornisce annunci di previsione, e il servizio di formazione viene utilizzato per registrare i dati di formazione dei treni passeggeri e dei treni di locomotive.

 

UMB creating Time – così che l’orario sia giusto

Gli esperti di UMB conoscono bene le tecnologie basate su container, e supportano le FFS, BLS e SOB nella realizzazione e nello sviluppo di questo centro di smistamento e nel collegamento via rete in tempo reale delle applicazioni. Per la futura integrazione dei dati si procede alla creazione di applicazioni basate sullo streaming – sulla base di Kafka su OpenShift, Docker e Kubernetes. Kafka, una piattaforma streaming open-source che può essere utilizzata in situazioni come nello streaming di dati Clickstream di applicazioni Web e dati del sensore di dispositivi IoT, è perfetta per questa tipologia di flusso dati integrato.

Le ferrovie si occupano della gestione digitale di tempo e materiale ferroviario e della sicurezza dei passeggeri: UMB offre il know-how, affinché le ferrovie possano far fronte a questa sfida sul piano digitale in modo efficiente e sicuro. UMB creating Time: un'offerta opportuna e ben gradita, specie in relazione all'orario estremamente impegnativo delle ferrovie svizzere.

 

[1] https://de.wikipedia.org/wiki/SBB_C_5/6

[2] https://de.wikipedia.org/wiki/Geschichte_der_Schweizer_Eisenbahn

[3] St. Galler Tagblatt: la galleria di base del monte Ceneri completa a fine 2020 la nuova ferrovia transalpina Neat

[4] https://reporting.sbb.ch/verkehr?years=0,1,4,5,6,7&scroll=1309

[5] Datenservices für Eisenbahnverkehrsunternehmen (PDF)