Per Office 365 il backup è fondamentale.

Ci sono molti malintesi quando si tratta di importanti dati aziendali nel cloud e questo vale anche per Office 365. Una delle idee sbagliate più comuni è la confusione tra replica e backup. Sebbene la replica garantisca la disponibilità, solo il backup assicura la recuperabilità.

  #Backup Recovery   #Backup as a Service   #Microsoft   #Microsoft 365 Assessment   #Microsoft 365 Modern Workplace  

Ecco alcuni giudizi molto ottimistici e ricorrenti degli utenti:

"Non devo eseguire il backup dei miei dati nel cloud perche' il mio provider di cloud lo fa per me."

"Se devo ripristinare qualcosa, posso chiamare l'helpdesk del mio provider di cloud e se ne occuperà immediatamente".

"I miei dati sono più sicuri nel cloud che nel nostro centro dati."

"La geo-replica è valida come un backup."

 

Come ho già detto, si tratta di valutazioni estremamente promettenti. Le tecnologie di replica come quelle per Microsoft Office 365 sono progettate per la disponibilità. È necessario mantenere i servizi in caso di guasto. La replica può mantenere le applicazioni e gli utenti online anche quando metà del sistema non è più online. Ma le tecnologie di replica hanno una funzionalità integrata che consente a un utente malintenzionato di accedere a tutte le altre repliche dopo aver compromesso un singolo nodo. Solo una vera soluzione di backup può proteggere da un tale evento, anche se l'infrastruttura di backup faceva parte dell'attacco.

 

La protezione dei dati in Office 365 è responsabilità del cliente

Microsoft è esperto di produttività e processi aziendali, servizi cloud intelligenti e personal computing. Ma Microsoft non è uno specialista per il backup e il ripristino. La protezione dei dati non è un punto di forza di Office 365 e il "cestino" non è una strategia di backup. Office 365 mette la responsabilità per la memorizzazione dei dati nelle mani dell'utente finale.

Sorprendentemente, anche i professionisti IT più esperti credono ancora che Microsoft stia proteggendo i loro dati nel cloud - come hanno sempre fatto gli amministratori di sistema e di backup quando le applicazioni erano ancora in esecuzione. Questa supposizione non potrebbe essere più errata. Sebbene la protezione dei dati in Office 365 sia una responsabilità condivisa, Microsoft si assume le responsabilità tipicamente eseguite in loco per il ripristino di emergenza (disaster recovery). Alla fine, tuttavia, il team IT del cliente è sempre responsabile della protezione dei dati e spetta a quel team IT decidere come migrare, proteggere e recuperare i dati. Dopotutto, le migliori pratiche di protezione dei dati richiedono copie multiple dei dati al di fuori del sistema di produzione.

Microsoft è trasparente riguardo alle proprie responsabilità in termini di conformità: " è interamente responsabilità del cliente garantire che la classificazione dei dati sia eseguita correttamente e che la soluzione soddisfi i requisiti legali", osserva l'azienda. Ciò di cui c'è bisogno è uno strumento di individuazione robusto e proattivo per garantire la disponibilità dei dati in qualsiasi situazione e una strategia che offra risultati prevedibili e costi ragionevoli. È qui che entrano in gioco UMB e Commvault.

 

Commvault e UMB per velocità, sicurezza e conformità

Il team di gestione dei dati UMB e il nostro partner tecnologico Commvault sono esperti di protezione e gestione dei dati. Commvault per Microsoft 365 e Office 365 offre protezione dei dati e recupero dei servizi di Office 365 come Exchange Online, SharePoint Online e OneDrive for Business, nonché Windows 10, Yammer, Skype e Project Online. Consente la migrazione rapida ed efficiente dei dati dalle caselle di posta locale di Exchange e dai siti SharePoint, archiviando dati obsoleti e non critici, garantendo l‘adeguata conformità normativa attraverso una raccolta dati completa e una ricerca multitipo ad alta velocità nell'ambiente Office 365.

Possiamo aiutarvi con la protezione dei dati di Office 365, la migrazione dei dati e la conformità relativa a Office 365. Contattateci.