Intelligenza Cognitiva nel business quotidiano: Watson lo mostra.

IBM, leader nel settore dell’IA (intelligenza artificiale), conquista con il concetto Watson un fronte sempre più ampio nel business quotidiano. Applicazioni pratiche si trovano ad esempio nell’industria, nel settore energetico, nella posta o nella finanza.

  #Automation   #Digitalizzazione – IoT   #Business Automation   #Enterprise Architecture   #IBM  

 

Secondo un recente articolo di IndustryWeek, rivista specializzata americana ormai ben consolidata nel mercato, il IA rappresenta la tecnologia trasformativa di questo secolo ed esercita già un’enorme influenza positiva sull’industria. Per l’autore John Hitch è chiaro che chi decide ha solo due possibilità: adottare la nuova tecnologia oppure rimanere irreparabilmente indietro con la propria azienda.

 

ABB: IA per l’industria e il settore energetico

Il gigante industriale svizzero-svedese ABB ha scelto già da lungo tempo le applicazioni dell’IA e la collaborazione con IBM. Entrambi le aziende portano avanti insieme in uno strategico partenariato il loro know-how digitale e sviluppano applicazioni che apportano un valore aggiunto nei settori più disparati. Così si utilizza l’intelligenza artificiale nella produzione per rintracciare errori grazie a immagini di produzione in tempo reale che poi vengono esaminate con Watson. Fino a poco tempo fa tali esami dovevano essere eseguiti manualmente.
In genere l’impiego di Watson nella produzione fa aumentare la produttività e migliorare la precisione e la consistenza. Proprio come ha detto una volta il vicepresidente di IBM Gene Chao: “L’intelligenza artificiale è una scienza applicata. Senza un’applicazione non è altro che una cosa ‘cool’.“ Ciò si può constatare chiaramente anche nel settore energetico dove Watson prevede i modelli di domanda e offerta per l’energia elettrica. Sulla base di prognosi sull’irraggiamento solare, sulle temperature, e sulla velocità del vento, si può dunque calcolare la richiesta di energia, e i fornitori di energia vengono messi in grado di poter ottimizzare la gestione del carico ed i prezzi.

 

DHL: IA come intelligenza logistica

La collaborazione di IBM con i partner industriali raggiunge anche la logistica. Insieme a DHL – un’azienda della Posta Tedesca – si è esaminato il potenziale dell’intelligenza artificiale nel settore della logistica. La conclusione: con l’impiego dell’intelligenza artificiale si può rinnovare il modello gestionale del settore della logistica – l’agire reattivo viene sostituito da un procedere proattivo e predittivo. Le tecnologie IA utilizzano il riconoscimento d’immagine più all’avanguardia per monitorare lo stato di impianti e merce, per permettere dei trasporti totalmente autonomi o per prevedere le oscillazioni di quantitativi di merce. In questo modo le aziende che si occupano di logistica potrebbero persino mettere in strada della merce prima che sia stata ordinata.

 

UMB digitalizza con Watson, Curo e IBM.

UMB è anche una delle numerose società che impiegano già tecnologie Watson di IBM e offre nella propria soluzione di digitalizzazione CURO numerose opzioni IA supplementari. UMB conosce IBM ed è il primo IBM Platinum Business Partner della Svizzera. Inoltre disponiamo anche di un know-how IA specifico grazie alla collaborazione con l’università di Lucerna. Contattateci per ulteriori informazioni.