Hybrid Cloud, Multi Cloud e Colocation per connettervi con il resto del mondo

Le aziende che effettuano il login nel posto giusto, possono scambiare dati con una singola connessione al mondo esterno con i cloud più disparati e le proprie reti di settore nei luoghi più disparati – spesso tramite piattaforme per software. Nell’era degli ambienti Multi Cloud e Hybrid Cloud questo non è mai stato tanto efficiente.

  #Cloud Services   #Strategia Cloud   #Equinix   #Hybrid Cloud  

Aziende, istituzioni pubbliche o enti governativi: tutti quanti necessitano di avere dei propri centri di calcolo oppure devono poter accedere alle strutture [1] di altri provider. Alcuni se li creano da sé, altri noleggiano server in dei Colocation Centres, e altri ancora utilizzano servizi basati sul cloud presso hosts come Amazon, Microsoft, Sony e Google. Parole chiave che in questo contesto fanno di continuo la loro comparsa, sono Multi Cloud, Hybrid Cloud e Colocation. Tutti questi servizi vengono offerti da centri di calcolo, il cui modello commerciale consiste nel connettere le aziende con il resto del mondo. Per questo ci sono diverse strategie da seguire. È fondamentale che siano semplici da implementare, affidabili ed efficienti.

 

Hybrid è Multi, ma Multi non è per forza Hybrid

Gli ambienti che utilizzano infrastrutture cloud sia pubbliche che private, senza che venga garantito il diretto scambio di dati, sono gli ambienti Multi Cloud. Al contrario, un ambiente ibrido cloud consiste in un’infrastruttura locale e in servizi cloud privati e pubblici (ad esempio Microsoft Azure o AWS) che vengono gestiti su un unico livello e il cui punto di forza è la comunicazione. Nell’Hybrid Cloud le applicazioni e i componenti possono interagire tra le infrastrutture locali, le istanze cloud e persino tra le architetture. Questo porta ad avere un elevato grado di agilità nella ripartizione dei workload, nonché ad alta scalabilità e resilienza.

Hybrid Clouds e Multi Clouds non si escludono a vicenda. La definizione di ambiente Multi Cloud suggerisce che un modello Hybrid Cloud è anche un modello Multi Cloud. Non vale invece il contrario nella maggior parte dei casi. Una configurazione Multi Cloud può essere però resa ibrida.

 

Il modello commerciale Colocation

I centri di calcolo sono, per così dire, la colonna vertebrale dell’infrastruttura digitale a livello mondiale, e poiché la domanda è in continua crescita, ce ne sono sempre di più. I siti per datacenter non devono essere creati e gestiti in proprio – di questo se ne fa carico il modello Colocation. Qui si tratta del fatto che le aziende possono prendere in affitto degli spazi per server e altri hardware di computer; il provider di colocation mette a disposizione l’edificio, la larghezza di banda, la fornitura di energia elettrica e il dispositivo di raffreddamento, nonché le misure di sicurezza, i clienti si occupano del computing power, del server e della memoria. Con Colocation e Interconnection si può ridurre la distanza tra gli utenti, il Cloud, i partner di ecosistema e i clienti in modo sostanziale; in questo modo, si raggiunge una prestazione maggiore ed una minore latenza di rete. Colocation risulta attraente per quelle aziende che non vogliono affrontare le spese d’investimento o la manutenzione per la creazione di un grande centro di calcolo. I provider di Cloud Service sono un importante gruppo di utenti.  Amazon AWS, Microsoft Azure, Oracle, Verizon, Zoom Video Communications, Salesforce ed anche UMB utilizzano tutti i servizi Colocation.

 

La crescita è programmata

In Svizzera UMB conduce una stretta collaborazione con Equinix [2], una delle aziende leader quando si tratta di Colocation nei centri di calcolo e del collegamento in rete di aziende. Equinix gestisce i datacenter che permettono di salvare dati in sicurezza e di distribuirli. A questi si aggiungono anche le piattaforme per il commercio digitale dove le aziende si incontrano con partner e providers per velocizzare la trasformazione digitale – tramite un’unica connessione con il resto del mondo. L’azienda è attualmente attiva in 55 aree ad alta concentrazione urbana ubicate in 26 paesi distribuiti su cinque continenti e gestisce globalmente più di 200 centri di calcolo. Equinix possiede in Svizzera cinque centri di calcolo con più di 13.000 metri quadrati complessivi di superficie di Colocation. Offre più superficie per centri di calcolo di ogni altro provider in Svizzera, con una densità di rete davvero pionieristica.

Noi della UMB siamo esperti in datacenter, cloud e connessioni. Abbiamo i migliori partner, il know-how necessario e le corrispondenti infrastrutture per fornirvi dei servizi data center appropriati. Contattateci.

 

 

[1] https://www.datacenterknowledge.com/archives/2017/01/20/here-are-the-10-largest-data-center-providers-in-the-world

[2] IDC recognized Equinix as a leader in colocation and interconnection services