La cooperazione digitale richiede particolari standard di sicurezza.

Citrix, in molte aziende, è sinonimo di lavoro mobile e permette alle persone di tutto il mondo di cooperare in modo digitale indipendentemente dal luogo dove si trovano. Perciò la sicurezza dei dati viene ad assumere un ruolo di grandissima importanza. Questo conduce non di rado ad un dilemma: come si riesce a far conciliare la security, l’usability e i costi di gestione?

  #Citrix   #Endpoint Mobility Security   #Security Awareness  

Per quanto riguarda la cooperazione indipendente dal luogo dove ci si trova e gli interventi effettuati in mobilità, si pongono delle particolari questioni sulla sicurezza.  Il moltiplicarsi dei dispositivi, delle applicazioni e dei siti aumenta il rischio. Ecco che interviene l’architettura Citrix con il suo contributo ad elevare il livello di sicurezza, poiché i dati rimangono sempre nel datacenter, indipendentemente da quale dispositivo e in quale luogo vengono elaborati. Ma la minaccia dall’esterno naturalmente esiste ancora, ed è allora che entra in gioco il moderno software antivirus.

 

La performance antivirus richiede una pianificazione delle risorse

Non è passato ancora molto tempo da quando il software antivirus era solo un’applicazione che veniva installata per garantire una protezione da attacchi virali. Di tanto in tanto veniva installato un aggiornamento – e questo era sufficiente. Proprio secondo il motto: non spenderci troppo tempo.

Ma il moderno software antivirus è diventato nel frattempo un prodotto di grande valore, che fornisce molte possibilità, e la cui prestazione di difesa non si limita ai soli virus. Lo svantaggio: anche se i produttori non amano ammetterlo, il software antivirus assorbe risorse portando così a dei cali di prestazione. Questo significa tra l’altro che i sistemi protetti possono ospitare meno utenti per server. Bisogna prendere in considerazione questo dato di fatto nella pianificazione delle risorse – proprio come si deve integrare la configurazione del software antivirus nella pianificazione del progetto.

La sicurezza non è dunque qualcosa che si ottiene a basso prezzo: oltre alle licenze costano anche le risorse che vengono sfruttate dal software sulla sicurezza. Questi costi sono il prezzo che le aziende devono pagare se vogliono rendere sicura la loro infrastruttura IT.

 

Ogni ambiente Citrix ha bisogno di un sistema antivirus?

Potete fare a meno di una soluzione antivirus per il vostro specifico ambiente Citrix? Probabilmente no. In teoria si potrebbe creare un ambiente Citrix senza un software antivirus, ma solo se tutti i sistemi periferici sono protetti in maniera sufficiente. Ma una tale configurazione non è certo ideale e comunque non è consigliabile.

Ci sono numerosi prodotti antivirus. Alla UMB abbiamo scelto Sophos per l‘infrastruttura e F-Secure per ambienti a provvigione. Entrambi i prodotti hanno le loro specifiche qualità, e combinati offrono una soluzione eccellente. Mentre Sophos percorre un iter classico  (tutto viene scannerizzato, tranne ciò che viene escluso da Admin), F-Secure funziona secondo un altro principio: tutto quello che presenta una firma valida, è degno di fiducia. Qualora dovesse modificarsi qualcosa nella firma, vengono prese subito delle misure.  

UMB con Citrix permette una strategia Workplace uniforme

UMB e Citrix sono partner Leading-Edge. Citrix permette alle persone di cooperare in modo digitale indipendentemente dal luogo dove si trovano; come Citrix Platinum Solution Advisor, UMB vi aiuta a dispiegare questo enorme potenziale anche nella vostra azienda in modo più efficiente possibile. Con l’impiego di Citrix, UMB può offrire una strategia uniforme per il posto di lavoro e per i dispositivi mobili, con i più alti standard in fatto di performance, usability e stabilità. Contatteteci.