Database SQL 2008: scartare o continuare come prima senza rischi per la sicurezza?

A partire dal 9 luglio 2019, Microsoft ha smesso di distribuire aggiornamenti software e di sicurezza per SQL Server 2008, il che diventerà un rischio significativo per la sicurezza e la conformità del programma. Disponete già di un piano per il funzionamento dei database SQL 2008 esistenti senza che questi diventino un rischio per la sicurezza?

  #Database   #Microsoft   #Release Deployment Management   #Security Risk Assessment   #Vulnerability Management  

 

La fine degli aggiornamenti della protezione per Microsoft SQL Server 2008 e 2008 R2 non era del tutto imprevista; dopotutto, il software di gestione del database ha già undici anni. La fine del supporto per SQL 2008 non riguarda, ovviamente, solo le versioni di SQL Server con licenza, ma anche l'edizione gratuita di SQL Server Express ampiamente utilizzata. Dopo la data di scadenza le applicazioni con database in esecuzione con questo software saranno a rischio di problemi di sicurezza e stabilità. Inoltre, esiste anche un rischio di conformità.

 

Un'opportunità di consolidamento

In generale, non è consigliabile continuare ad utilizzare SQL 2008 dopo la scadenza del supporto esteso di Microsoft. Oltre ai rischi per la sicurezza, le nuove applicazioni non possono essere gestite su server SQL obsoleti, pertanto è necessaria una nuova installazione aggiuntiva. Per le aziende che vogliono ottenere la certificazione ISO o rimanere conformi al GDPR, un aggiornamento è anche inevitabile. Questo non deve essere solo fastidioso. La fine del supporto Microsoft è anche un’opportunità per controllare il funzionamento delle installazioni di SQL Server per il loro funzionamento e, se possibile, consolidare più server per risparmiare sui costi di licenza e operativi.

 

Quali opzioni avete?

Come cliente, vi vengono sempre offerte due opzioni. Migrazione su Azure: Microsoft garantisce aggiornamenti di sicurezza gratuiti per altri 3 anni per le versioni 2008 e 2008 R2 in Azure. Un aggiornamento di SQL: migrare i database SQL 2008 o 2008 R2 su una versione più recente di SQL Server.

Prima di scegliere una delle due opzioni, vale sicuramente la pena analizzare la vostra situazione individuale al fine di implementare la soluzione futura in base alle vostre specifiche esigenze. In UMB, vi supporteremo in modo competente e indipendente, indipendentemente dalla variante che sceglierete. Contattateci.